Il MIO VIAGGIO A CUBA

L'idea ara quella di recarmi nella Repubblica domenicana, ma considerato il prezzo richiesto ho rinunciato, così ho deciso di visitare Cuba il cui prezzo era molto piùpalma.png ragionevole.

Sono partita il 14 marzo del 2022, e dopo 11 ora di volo, finalmente sono arrivata all'aereoporto dell'Avana, capitale dello stato cubano. Ormai era buio, tuttavia non c'era freddo e un vento caldo ed umido mi ha accolto in terra cubana. Per raggiungere l'hotel, situato nella penisola di Ravadero, bisognava percorrere altri 157 km, circa due ore di viaggio su un pullman che ci attendeva nel parcheggio adiacente all'aereoporto. A metà strada ci siamo fermati in un bar, che nonostante l'ora tarda, era ancora aperto, qui, chi voleva, poteva bere la famosa PINA COLADA una bevanda a base di rum dentro ad un anans. Questo locale, ho capito in seguito era una tappa obbligatoria, infatti l'ho visitato ben altre due volte: durante l'escursione all'Avana e il viaggio di ritorno per raggiungere l'aereoporto. Nell'immagine potete vedere il luogo dove è possibile bere la pina colada.

IMG20220316100308

La stanza era piuttosto spaziosa e i letti erano comodi e grandi. Dal balcone si poteva vedere il mare e il giardino del resort: Be live Experince Bravo Ravadero.

IMG20220315084324

 

 

  Nell'immagine a sinistra si vede il mare, azzurro intenso e parte del giardino.IMG20220315072358

  Nell'immagine a destra si vede parte del giardino interno con piscina e sullo sfondo il mare.

      

 

 

 

 

 

 

 


        Il martedì mattina del 15 marzo ho incontrato il tuor operator dell'alpitour che ha fornito diverse infomazioni, tra cui   le diverse escursioni che si potevano intraprendere. Essendo a Cuba non si poteva non visitare l'Avana, capitale di Cuba. Durante il tragitto in pullman, ho tentato di fare alcune foto per immortalare il paesaggio. Mandrie di mucche pascolavano liberamente in campi incolti. Vi erano cavalli che brucavano l'erba vicino al ciglio della strada, ogni tanto passava un carretto pieno d'erba o di fieno trainato da un cavallo. In alcuni punti punti ho visto anche delle pompe per estrarre il petrolio simili a quelli che a volte si vedono in alcuni film americani ambientati in Texas. Queste pome erano ferme, sembravano abbndonate, ma forse era solo una mia impressione. Ogni tanto si vedevano piccoli gruppi di case le cui strade erano sterrate e piccoli campi coltivati con piante tropicali tipici della zona.

 


Giunti in città, il pullman si è fermato di fronte alla piazza di San Francesco. 

Piazza San Francesco Nella piazza è possibile ammirare la chiesa omonima. Non siamo entrati nella chiesa e tantomeno il monastero adiacente. In compenso abbiamo  ammirato la statua di bronzo di Chopin e la statua di " El Caballero de Paris" che si trova davnti alla chiesa di San Francesco, il suo vero nome era Jose Maria Lopez- Lledin. Molti turisti toccano la sua barba come porta fortuna e per augurarsi di ritornare a Cuba !!!!

Chopin